Survival Kit for nursery school



Non ho mai creduto alle leggende metropolitane, però quando una diceria la sento da una mamma, poi due, tre e quattro, il dubbio comincia a venirmi.

Come vestire i bambini al nido. 
Mamma 1: Servono almeno 3 cambi al giorno, se ti va bene!
Mamma 2: Gli indumenti persi superano il numero di quelli acquistati
Mamma 3: I calzini antiscivolo saranno sempre spaiati
Mamma 4: Le bavette che te lo dico a fare.

Oddio, ma che è? Una trincea?
Quindi mi sono preparata un kit di sopravvivenza.

1. Leggings e magliette in quantità industriali. 
Lo so che sarebbero più indicate delle tute, ma a me l'idea non mi scende giù, non amo le tute, nè per me che per la pupa. Meglio optare per leggings e magliette che sono un po' più gradevoli alla vista.



2. Bavette come se non ci fosse mai un domani.



3. Calzini antiscivolo all'infinito
Dice Mamma Alfa, che per asciugare impiegano un tempo indefinito.



4. Sacchetto per la toilette.
Ovvero tutto il necessario per il cambio del pannolino. A volte è richiesto un asciugamano personalizzato. Mi manca.



5. Grembiuli no per le attività.
Mamma Beta: Seeeeeeeee.Un'utopia. Figuriamoci se salverà i suoi vestiti.
Non sempre è richiesto, ma ce l'ha regalato Ziaaanna e fa molto figo, per questo l'ho inserito.


Ho tralasciato qualcosa? Se sì, fatemelo sapere, abbiamo ancora qualche giorno per rimediare.

Baci,
Concetta






















mamma che fashion

Gli outfit della pupa sono diventati la mia ossessione.

Nessun commento:

Posta un commento